Dritti al Cuore – RESTERÒ PER SEMPRE NELLA FOTO DI UNO SCONOSCIUTO

RESTERO’ PER SEMPRE NELLA FOTO DI UNO SCONOSCIUTO

un progetto di Claudia Manuelli

a cura di Fondamenta zero

con Elena Ferri, Claudia Manuelli, Paolo Tosin

dramaturg Emilia Scatigno

referente scientifico Sebastian Raimondo

Sei nella tua stanza, guardati attorno, quanti degli oggetti che vedi saresti disposto a buttare via per sempre? E se quando tu morissi i tuoi oggetti più cari finissero nelle mani di uno sconosciuto e diventassero parte della sua storia, diventeresti immortale? Resterebbe ancora, attraverso di loro, qualche cosa di te, di quello che sei stato? E se non fossimo altro che piccioni? I piccioni quando volano in stormo, hanno un solo pensiero in testa: seguire chi sta davanti a loro. Seguiamo chi sta davanti cercando di correre il più velocemente possibile nella direzione opposta a quella della morte, per incidere con le unghie nella pietra il nostro nome, perchè di noi resti qualcosa. Ma forse già restiamo per sempre. In quante foto di uno sconosciuto siamo? In quante nostre foto abitano centinaia di sconosciuti che magari sono già morti?

Magari quella volta, durante la manifestazione del 25 aprile, mentre scattavi la foto sulla statua del cavallo in piazza duomo, hai immortalato per sempre uno sconosciuto, uno sconosciuto che resterà lì per sempre con la sua bandierina in mano, uno sconosciuto che magari tra qualche anno incontrerai davvero, magari vi sposerete e scoprirete solo dopo molti anni che lui era da sempre e per sempre in quella foto. O magari nulla di tutto questo, magari non ti accorgerai mai di lui, non sarà nemmeno un volto da dimenticare, resterà soltanto un volto invisibile, dai contorni sfumati, che si estingue lentamente, fino al silenzio.

Non abbiamo risposte a tutte queste domande e forse non le cerchiamo neanche, sappiamo soltanto che il desiderio di restare è fortissimo e non possiamo farci niente. Forse di noi resterà ciò che meno ci aspetteremmo, magari resterà di noi quel diario delle elementari, o quel fermacarte giallo a forma di cuore che ci aveva regalato il papà… Forse grazie alle relazioni imprevedibili che i nostri oggetti intesseranno con misteriosi sconosciuti, non saremo più davvero sconosciuti a nessuno e proprio il fatto di essere sconosciuti permette a queste relazioni di esistere, di fare una cosa bellissima e angosciante allo stesso tempo: correre dietro a pezzetti di vita che non vogliamo dimenticare.

Informazioni per gli spettatori

Ingresso per lo spettacolo: 12€* al netto dei costi di prevendita

Gli spettacoli sono riservati a soci ARCI, la tessera, del costo di 10 euro, ha validità annuale e permette di accedere a tutti gli eventi in programma: spettacoli, concerti e reading teatrali.

Sarà possibile tesserarsi in loco la sera dello spettacolo ma consigliamo a tutti gli spettatori non muniti di tessera di compilare il modulo di preadesione al link https://portale.arci.it/preadesione/carichisospesi/. Per gli spettatori che desiderassero acquistare il biglietto e/o tesserarsi in loco, il giorno di spettacolo la biglietteria è aperta dalle ore 18:00.

Consigliamo di arrivare almeno 15/30 min prima dell’inizio degli spettacoli. Per maggiori informazioni visita il sito www.carichisospesi.com

Organizzatore

Carichi Sospesi
Telefono
347 4214400

Data

04 02 2024
Expired!

Ora

19:00 - 20:30

Maggiori informazioni

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO
Categoria